Sunday, 15 July 2007

Charlie Brown, ovvero sia delle teste tonde

Quando ero (ancora) una bambina, mia mamma amava chiamarmi Charlie Brown: no, non avevo un amico di matita; no, il mio cano non era un bracchetto asso della I Guerra Mondiale, anche perché non avevo un cane.... In compenso avevo una stupenda testa tonda e questo era molto strano, considerando il fatto che in famiglia siamo tutti notoriamente delle teste quadre.
Crescendo non ho avuto né amici di matita, né cani, ma la testa tonda è rimasta.
A prima vista potrebbe sembrare che la mia testa sia normalissima, una testa media... e invece i miei capelli nascondono la quintessenza della sfericità applicata alla scatola cranica. Non sono mai riuscita a mettere un cappellino da baseball, perché, proprio come succede a Charlie, anche a me cade a un quarto della testa e rimangono un bel po' di centimetri scoperti fra il bordo del cappello e le orecchie.
Così, quando ieri sono andata a comprarmi un caschetto protettivo per andare in bicicletta, ero preparata al fatto che con ogni probabilità la misura standard non sarebbe andata bene. Sono entrata da Cycleopedia, su Ewell Road, e il proprietario non voleva credere che io avessi bisogno di un caschetto più grande. Mi ha guardato e tranquillo come pochi, ha sentenziato che una M sarebbe andata più che bene.
Ovviamente la palla medica che mi ritrovo al posto della testa ha fatto crollare le sue certezze: la M era minuscola e non riuscivo nemmeno a farci stare tutta la testa! Abbiamo provato la L, ma anche con questa taglia non abbiamo avuto molta fortuna. Il proprietario ha controllato sul catalogo le misure disponibili per i vari tipi di caschetto; intanto notavo che più io cercavo di far calzare un casco L (un po' come le sorellastre di Cenerentola con la scarpetta di cristallo), più lui mi guardava stupito:
"Non si direbbe, la tua testa sembra davvero normale, e invece!"
"Beh, magari hai tanto cervello, per questo hai la testa così grande!" (no, lo sento sbattere da un lato all'altro ogni volta che scuoto la testa).
Morale della favola? Dopo venti minuti di ricerca sono uscita dal negozio con un fantastico caschetto nero della Specialized.
Taglia?
...
...
...
XXL
Il proprietario di Cycloepedia, sempre più stupito e divertito, quando sono uscita mi ha detto che era la prima volta da quando aveva aperto il negozio che vendeva un casco oltre alla taglia L. Fa sempre piacere saperlo.

No comments:

Post a Comment