Monday, 19 November 2007

Lost and Found

Succede che divago.
Salto di palo in frasca.
Quando chiacchiero, quando scrivo lettere ed e-mail, anche quando penso, invece di andare da A a B, finisce che parto da A e passo da C e Z salvo poi non ricordarmi dove volevo andare.
Seguire il filo dei miei pensieri a volte è fin troppo complicato, anche per me; è un po' come i labirinti della "Settimana Enigmistica", dove c'è una sola uscita e un solo percorso giusto, mentre gli altri finiscono in vicoli ciechi. L'unica differenza è che il più delle volte non solo finisco nei vari vicoli ciechi, ma dopo un po' ne sono talmente presa che non mi interessa più uscire dal labirinto.
Così, ogni volta mi perdo per poter scoprire cose nuove e gettare nuova luce su cose che già sapevo (ma che avevo in qualche modo scordata).
Oggi è stato un giorno di salti continui su internet, che mi hanno fatto scoprire tante cose. Ho scoperto che: alla V&A c'è in esibizione temporanea un "esercito di terracotta" formato di Power Rangers; esistono in commercio degli
per proteggersi gli occhi quando si tagliano le cipolle.
Ho anche realizzato quanto sia distante dall'Italia. Ok, l'avevo già capito da qualche mese: alcuni indizi mi avevano già portato a questa conclusione, come ad esempio la densità pro-capite di pub, il tè con il latte, quella simpatica nonnina con cappellini assurdi che va sotto il nome di "regina"...
Oggi pomeriggio, verso le due, mentre fuori pioveva giù il mondo io mi bevevo un tè (con il latte), mentre leggevo un po' di pagine dei giornali con brevi escursioni nelle pagine di wikipedia, mi sono resa conto di una verità che è sempre stata sotto il mio naso. Saltando da un sito all'altro, mi sono resa conto che sono mesi che non leggevo una notizia sul papa. Non il minimo accento. Non ci avevo mai fatto caso, ora capisco perché non sono più cosa nervosa e arrabbiata quando guardo i telegiornali: finora pensavo fosse solo la distanza da Emilio Fede!

No comments:

Post a Comment