Tuesday, 18 December 2007

Homeward bound


Biglietto dell'aereo: c'è. Controllato tre volte.
Biglietto del bus: c'è. Controllato tre volte.
Portafoglio: c'è. Controllato dieci volte.
Cellulare: c'è. Controllato dieci volte.
Macchina fotografica: c'è. Controllato venti volte.
Batteria, carica batteria e scheda memoria della macchina fotografica: ci sono. Controllato una quarantina buona di volte.


Come forse potete intuire, come molti di voi già sanno, amo avere tutto sotto controllo e sto per tornare in Italia. Questa volta mi aspettano ben due settimane e mezza di ferie! A ottobre cause di forza maggiore e natura odontotecnica, mi hanno impedito di godermi le ferie e adesso non vedo l'ora di staccare. Ho voglia di vedere gli amici, di viziare la nipotina e a farmi viziare dalla mamma. Già mi pregusto questo periodo di espresso al bar e "curry-free" (apro una piccola parentesi. Il curry mi piace ma inizio a esserne un po' stufa. E' ovunque, anche al pub! E' strano prendersi una pinta di Strongbow e poi poter scegliere fra patatine gusto aceto e cipolla -la morte sua- o il curry verde alla tailandese o i curry chicken satay... comunque il mio fegato sta bene, ringrazia e mi invita a chiudere la parentesi).
I regali sono pronti e impacchettati (e sì, sono in valigia) e ho aggiunto Gesù bambino al presepe.
Ho svuotato il frigo di tutti i cibi deperibili e che potrebbero imparare a danzare la milonga in mia assenza, congelato il congelabile, ricontrollato di aver preso la macchina fotografica... Si può dire che sono pronta!


In questo periodo anche il blog sarà in vacanza: a casa dei miei genitori è già un miracolo ci sia il telefono, figurarsi bande larghe o strette! Controllerò ogni tanto flickr e la posta, ma credo che per la maggior parte del tempo mi terrò ben alla larga dal computer (ammesso che quella ciofeca che mio padre definisce "computer" non sia già passato a miglior vita, nel qual caso non controllerò proprio nulla).


Quindi vi faccio già ora gli auguri di Natale e di buon anno nuovo. E metto giù la lista dei miei buoni propositi per il 2008 alla Bridget Jones, così posso iniziare a non mantenerli già da adesso:
1. non lascerò che la roba da stirare si accumuli nel corso delle settimane fino a creare un Nanga Parbat sul divano: stirerò con costanza tutte le settimane.
2. ovviamente perderò dieci chili (quelli che sembro così ben disposta a mettere su nelle prossime due settimane).
3. sarò paziente, anche e soprattutto con le persone che prenderei volentieri a randellate in testa.
4. ridurrò il numero di unità alcoliche settimanali.
(mi sento nel mezzo di un deja-vu, ho come l'impressione che questi siano propositi buoni ma vecchi)
5. non rimarrò indietro con le mail, le lettere e le discussioni su flickr.
6. ridurrò il numero di battute acide e cattivelle e cercherò di rivolgerle solo a persone che sono in grado di comprenderle.


Buon anno e se non ci vediamo prima a Torino, ci rileggiamo qua nel 2008.

No comments:

Post a Comment