Friday, 14 March 2008

I went the distance

Fino a un po' di tempo fa non mi piaceva molto correre. Il motivo principale era semplice: ero un brocco.
Completamente negata. O quantomeno incapace di capire i miei limiti. Le professoresse di ginnastica delle superiori erano un fulgido esempio di elasticità mentali e capacità didattiche. Credo che il loro ragionamento principale fosse "visto che io corro tot km in tot minuti, anche i miei allievi devono fare lo stesso e se non lo fanno è perché se sono pigri". Nessun accenno al fatto che bisogna imparare a riconoscere i segnali che ci manda il corpo, tanto meno al fatto che bisogna respirare bene.
Ulteriore motivo per non essere nostalgica dell'adolescenza.


Adesso qualcosa è cambiato: da sola o con la compagnia dei Pearl Jam sull'iPod, ogni tanto corro per il puro piacere di correre. Mi piace addirittura! Mi piace sentire che posso fare abbassare i battiti del cuore cambiando il respiro, mi piace sentire il cuore che va a sincrono con la musica e adoro gli ultimi 30 secondi di sprint, quando so che ormai sono alla fine e posso fare la sborona pure io!
Quando alla palestra dell'ufficio, hanno iniziato a fare pubblicità agli eventi per Sport Relief
, non ci ho nemmeno pensato per un secondo e mi sono iscritta. E ho pure comprato i calzini per la beneficenza, che sono pure colorati, proprio come piacciono a me.
Ho corso un miglio in dieci minuti tondi tondi. Non un grande tempo, ma è anche vero che sono andata alla fine di una giornata particolarmente dura al lavoro e, invece dei Pearl Jam, mi sono ascoltata Nina Simone, quindi il passo era molto più rilassato. Rimane una piccola soddisfazione, alla faccia di tutte le mie ex-profie che si credevano Paula Radcliffe.


E ora? Ora è tempo di prepararci a "Race for Life" e questa volta ho pure la mia pagina per la "sponsorship": eccola qua!
Non ho ancora capito del tutto la storia delle sponsorizzazioni per beneficenza, ma qui sono una pratica comune, e io chi sono per tirarmi indietro?
Non mi rimane che infilare le scarpe, ricaricare l'iPod e darmi da fare. Secondo voi, considerando che corro a luglio, quando spero faccia caldo e bello, ma con alle spalle 4 mesi circa di allenamento, ce la faccio a correre 5 km? E in quanto? Una pinta a chi si avvicina di più al tempo esatto.

No comments:

Post a Comment