Wednesday, 18 June 2008

Ciao Cyd, so long Mario

Mario Rigoni Stern e Cyd Charisse.
Cos'avevano in comune lo scrittore di Asiago e la ballerina di Amarillo? Beh, erano tutti e due nati nel 1921.
Sono scomparsi fra lunedì e ieri e, merito gli europei di calcio, le notizie sono state relegate in fondo alle homepage dei principali quotidiani italiani.
Beh, c'è anche il fatto che sono stati parte integrante della mia vita a partire dai dieci anni.
Ricordi in technicolor di una donna stupenda, con due gambe da urlo fasciate da un vestito verde e due occhi da gatta, ricordi di una donna che recitava in punta di piedi, sublime.
Ricordi di foto sbiadite sull'antologia delle medie, foto di un uomo con una barba folto e gli occhi che ti guardano dritti in viso. Pomeriggi d'estate passati a leggere sul dondolo in giardino, l'afa soffocante mi circonda, ma nel cuore il ghiaccio e il freddo del Don.
Non so se sia giusto dire che mi mancheranno, è un'espressione un po' "falsa" che mi infastidisce usare. In mancanza di un'espressione che ora non mi viene in mente, posso dire che rimarranno sempre con me; le emozioni che mi hanno regalato non scompaiono con loro, rimangono nel mio cuore.

No comments:

Post a Comment