Tuesday, 10 February 2009

Too old to work (yet too young to retire)

"Quanti anni compi oggi, Virgi?"
"Sette."
"Ah, sei già bell'e vecchia!"
Eh già, nonno Eugenio ha sempre avuto lo straordinario dono di farti sentire a tuo agio.
Sempre ossessionato dall'età e dall'invecchiare, non so cosa nonno avrebbe pensato del documentario della serie Dispatches "
", andato in onda ieri sera su Channel 4.
Si parlava di "ageism". Non sapendo bene come tradurre la parola, ho cercato online e la versione più accreditata è "discriminazione nei confronti degli anziani". Ma in realtà si parlava principalmente di persone fra i 45 e 55 anni, che si ritrovano vittime di una discriminazione sempre crescente in ambiente lavorativo.
Spesso e volentieri non vengono presi nemmeno in considerazione durante la ricerca di un lavoro: le agenzie di reclutamento personale di solito dicono di aver perso il cv, oppure dicono al 45enne di turno che è troppo qualificato o ha troppa esperienza per il lavoro in questione.
A quanto pare tutte le ditte puntano ad avere un profilo giovane con una media sui 34 anni (a quanto pare l'età media perfetta, ma non so quale scienziato sia giunto a tale conclusione), convinti che dopo una certa età le persone si ammalino di più e non imparino più velocemente. Tutti preconcetti velocementi cancellati da un minimo di osservazione attenta di dati e statistiche.
Tuttavia la cosa che più mi ha impressionato sono state alcune interviste: persone ben oltre i 65 anni, disperate per essere state costrette alla pensione. Di sicuro, mi mancano alcuni pezzi del puzzle, probabilmente le persone intervistate non possono permettersi di andare in pensione perché senza i mezzi finanziari. Però io amo pensare e sperare che verso i 65-70 anni non dovrò alzarmi presto per andare al lavoro ogni mattina. A 65 anni spero di avere qualcosa di più di un lavoro per dare un senso al mio passato e per vivere il presente e futuro: a sentire alcune di queste persone parlare, sembrava non ci fosse altro che il nulla, una volta lasciato l'ufficio.
Anche se a voler essere crudelmente sinceri, a 65 dovrò alzarmi presto per andare al lavoro: di questo passo, credo raggiungerò la pensione minima verso i 125 anni!

No comments:

Post a Comment