Sunday, 29 March 2009

a luci spente


lights off, originally uploaded by zia virgi [trouble sleeping].

Ieri sera alle 8:30 è scattata l'ora della terra: spegnere le luci per puntare i riflettori sui cambiamenti climatici e la necessitò di agire.
E' un'iniziativa simile a quella organizzata da Caterpillar, "M'illumino di meno", che di mio preferisco, perché è una giornata intera, offre alternative e idee sul risparmio energetico che vanno oltre la giornata in sé e perché ho sempre dei forti dubbi sulle grandi organizzazioni internazioni e sulla loro efficacia. Nonostante tutto, ieri seraho spento gli interruttori di casa (beh, in realtà solo uno) e guardare il mondo a lume di candela.
Surbiton non subisce trasformazioni radicali, nessuna valore poetico aggiunto, ma è stato bello lo stesso uscire e rivedere le stelle.

Ok, a essere onesta, ho dovuto trovare un angolino riparato da due palazzi un po' più vicini e alti rispetto agli altri, per avere un minimo di buio che mi permettesse di vedere le stelle. Da piccola, abitando a La Cassa, le davo per scontate, le stelle: bastava alzare gli occhi ed eccole, milioni e milioni: io e Adri ci sfidavamo a chi riusciva a contarle "tutte" e a volte si finiva per litigare...

"Hey, non puoi contare quella stella, è mia!"

"Non è vero, l'ho vista prima io"

Sono ancora lì, in cielo, il problema è che ho smesso di guardarle, cercarle, ma non è mai troppo tardi per tornare a vecchie e sane abitudini.

No comments:

Post a Comment