Monday, 14 September 2009

interrogativi

E' che il lunedì il mio cervello funziona più lentamente del solito, forse anche di meno.
L'angoscia del "oh-no-è-di-nuovo-ora-di-andare-a-lavorare-non-ne-ho-nessuna-voglia-perché-non-posso-restare-a-casa-piuttosto" si fa sentire acuta e mischiandosi alla nebbia provocata dal sonno (tutto sembra sfuocato il lunedì mattina) paralizza le poche cellule cerebrali rimastemi.
Il lunedì mattina è l'unico momento della settimana in cui un congiuntivo sbagliato non scatena in me istinti omicidi,  perché sono troppo stanca e non ho la forza di arrabbiarmi.
Stamattina nella mente si agglomeravano, come tante palazzine abusive, tante domande senza risposta.
Ad esempio, ma davvero gli statunitensi che hanno marciato ieri pensano che l'assistenza sanitaria universale sia una limitazione delle loro libertà? Io ho sempre pensato il contrario.
Ok, Derren Brown ha azzeccato i numeri del Lotto e la spiegazione che ha dato è fumosa, ma cacchio è un illusionista, cos'altro si aspettava la gente? Già solo la parola, illusionista, dovrebbe far capire che è aria fritta, in un formato tv magari pure divertente e interessante, ma pur sempre aria fritta.
Dove faccio l'aperitivo venerdì? Barcellona o Torino? Perché le scarpe nuove si slegano di continuo?
Alla fine ci ho pensato e ripensato e sono giunta a una conclusione importante: faccio il doppio nodo alle scarpe e al resto ci penso un altro giorno. Oggi sono stanca e le poche energie che ho le devo conservare intatte fino a stasera, perché vado a vedere David Gray al Roundhouse.

Edit veloce veloce al post:
Sono andata a correre durante la pausa pranzo, guardavo gli alberi e pensavo che la cosa più bella di Nokia è che ha tanto verde tutto intorno che tiene lontane molte brutture. Tutto questo verde, tutte queste piante, alte, basse, il sottobosco... E all'improvviso, una domanda, un dubbio, una preoccupazione latente si fa strada nella mia mente: come la mettiamo con Guinness???

Non intendo la birra stout che tanto amo, ma il mio adorato cactus!

Teste di cactus

Mica lo posso lasciare ui e le sue adorabili spine nella perfida Albione!
Ma come faccio? Lo imballo nel pluriball e lo spedisco insieme allo scanner e alle lenzuola? No che mi soffoca?
Lo imbarco come bagaglio a mano? Non è che me lo confiscano perché le spine sono considerate armi da taglio?

No comments:

Post a Comment