Sunday, 8 November 2009

It's beginning to look a lot like christmas time

Pure troppo!
Non so come stiano le cose in Italia, ma da queste parti nel weekend, appena il tempo di archiviare le zucche, sparati gli ultimi botti della notte di Guy Fawkes, è scoppiato il Natale.
Natale denotato da:

  1. Spam selvaggio di qualsiasi negozio, con super sconti, 3x2 e offerte super-mega-stratosferiche che non si ripeteranno mai più, ma che i commercianti, nella loro infinita bontà, riservano a me e me sola.
  2. Film di natale. Non film di qualità, stile "Mary Poppins", la serie di Asterix o quel grande classico della cinematografia mondiale che è "Il Flauto a sei puffi". No, trattasi dei soliti film di serie B o film TV delle tv americane via cavo (manager senza scrupoli che riscopre la magia del natale, donna in carriera che torna al paesello natio e finisce per sposare il fidanzatino delle elementari, vedovo e vedova che si incontrano e si innamorano con l'aiuto degli elfi di Babbo Natale").
  3. Pubblicità del Morrisons con Richard Hammond che spinge felice il carrello alla ricerca dei piatti della tradizione.
  4. I supermercati pullulano di mince pies, fruit cake e blocchi da almeno 50 cartoline d'auguri.
In realtà le luci di Natale sono già accese da una settimana, e pub e ristoranti hanno iniziato a promuovere le prenotazioni per la cena di Natale ad Agosto, ma adesso si inizia a fare sul serio.
Bring it on baby, bring it on...

No comments:

Post a Comment