Saturday, 28 November 2009

Publife

Le partite di rugby delle ultime due settimane le ho viste al pub insieme al pack sabaudo.
Ora, passare al pub non solo il primo sabato in Italia, ma pure il secondo, potrebbe essere scambiato come prova di una possibile nostalgia della vita dall'altra parte della Manica. In realtà si tratta di necessità fatta virtù: la pay-TV a casa non ce l'ho e il pub offre visione e atmosfera.
Appena entrata al pub, due settimane fa, i conti non tornavano però. Mi sono guardata intorno e tutto sembrava al posto giusto: arredo , sedie e divanetti, maglie e foto alle pareti... Allora perché mi sentivo stranita?
La domanda non è rimasta in cima alla lista delle mie priorità a lungo. Giusto il tempo di ordinare un sidro e scoprire che la bottiglia non è la regolamentare pinta, ma una da 33 cl. Ma come? La bottiglia bonsai?!?
Poi, all'improvviso, alla seconda entrata al pub ho capito.
Eureka! Non bastano il bancone, le sedie e i divanetti, o maglie e foto alle pareti! Ci vuole la puzza da pub!!! Ecco cosa mancava la settimana prima! Quell'odore unico e inconfondibile che sprigiona una moquette dopo che le sono state rovesciate sopra, giorno dopo giorno, pinte e pinte di birra e sidro.
Una volta "moquettato" l'intero pub e lasciati liberi due o tre tipici avventori di pub inglese perché facciano il loro sporco lavoro, mi sentirei molto più, ehm ehm, "a casa".
Rimarrebbe solo quel piccolo problema della bottiglia di sidro...

1 comment:

  1. è vero manca la moquette al six cara Virgi, ma vedrai per il sei nazioni quando andremo li (e tu non dovrai essere in ritardo) che all'apertura anche il six ha un odore particolare,simile a quello che hai lasciato agli albionici.
    poi forse l'assenza di moquette la fa evaporare subito all'apertura delle porte.... eh eh eh...
    un abbraccio cara....
    ah dimenticavo...anche tu sei parte del pack!

    ReplyDelete