Sunday, 20 December 2009

Il destino nel nome

Quando ero piccola, sui due o tre anni, i miei mi avevano comprato un triciclo.
A me proprio non piaceva quel triciclo, provavo antipatia a pelle, ammesso che si possa trovare un triciclo antipatico. Fatto sta che mi ci si sedevano sopra quasi a forza e poi io non mi muovevo. Me ne stavo ferma sul posto e non pedalavo.


Oggi dopo pranzo guardavo il telegiornale con mia mamma.
C'era un servizio sui disagi dei trasporti e i ritardi abissali delle ferrovie italiane.
Mia madre si volta e mi dice: "Si vede che è proprio il destino nel nome, secondo me se lo ribattezzano poi le cose migliorano".
Perché uno dei problemi delle ferrovie italiane ha qualcosa in comune con il mio triciclo (non la mia antipatia, anche se...): pure il mio triciclo si chiamava Frecciarossa.

No comments:

Post a Comment