Tuesday, 10 August 2010

Pioggia e giornate no

Quando stamattina la sveglia ha iniziato a suonare, ho pensato di essere tornata ai vecchi cari tempi di Motosola, quando la sveglia del cellulare era di matrice anarchica e suonava quando meglio le garbava: troppo tardi o troppo presto.

Ho aperto un occhio, guardato verso la finestra e no, non c'era abbastanza luce fuori, devo aver sbagliato a impostare l'ora. Invece no, la sveglia era giusta. Peccato che fuori non ci fosse il solito cielo sereno a cui mi ero così piacevolmente abituata in queste ultime settimane. Niente raggi del sole che filtrano fra i vari strati di tende e tapparelle... fuori pioveva, e di brutto! Ah sì, è tornata (si spera per poco) la solita estate britannica.

E io mi sono adeguata: è stata una giornata al passo con il tempo. Uggiosa, nervosa, balenga insomma. Di quelle che continui a chiederti perché ti sei alzata e ogni volta che te lo chiedi, il letto sembra più lontano e irraggiungibile, un paradiso perduto.
Sul treno verso l'ufficio l'umore mi è sceso in picchiata sotto le scarpe.
Sorridere, gente, sorridere! I pendolari di questo paese dovrebbero sorridere di più: non è detto che migliori la loro vita, ma almeno le rughe d'espressione saranno più carine!

In ufficio le cose non sono migliorate: una pallina impazzita in un flipper di fuffa telematica, ho passato una giornata inconcludente.

Non vedevo l'ora di tornare a casa. Ho dovuto aspettare dieci minuti buoni per il treno, tempo più che sufficiente perché si alzasse un vento impestato. Vento oltremodo bastardo che mi ha fatto volare addosso quella schifosa pioggerellina inglese che ha continuato a imperversare per tutta la giornata.

why does it always rain on me?

Guardando fuori dal finestrino, mentre il treno si allontanava dalla stazione, ho pensato che forse avrei dovuto continuare a dormire, invece di imbarcarmi in una giornata simile.
Ma poi una canzone che non ascoltavo da tempo, un buon libro, idee per nuovi esperimenti e mi è tornato il sorriso.
Non so se in questo modo ho "salvato" la mia giornata, ma almeno le rughe d'espressione punteranno verso l'alto.

No comments:

Post a Comment