Saturday, 18 September 2010

La BBC e il papa

Questa settimana sembra quasi di stare in Italia: Ben16 (che è un po' come un Ben10 invecchiato, senza orologio ma con tiara... eresia!) è in visita di stato. Il clima è quel che è, sia dal punto di vista meteorologico che degli animi, come dimostrano gli articoli del Daily Mail contro Stephen Fry.
Per fortuna Stephen Fry c'è e risponde con l'intelligenza e l'onestà intellettuale che al Daily Mail mancano.

Pure la BBC si è trasformata un po' nella Rai: servizi sul papa in tutte le salse, dirette tv dell'arrivo, dei trasferimenti (con commenti dettagliati sulla papamobile, chissà se la faranno provare allo Stig), delle messe... e compagnia cantando.

Però attenzione! Un po' vuol comunque dire che è rimasta BBC nell'animo. Uno dei miei programmi preferiti della BBC si chiama "NewsWatch": gli spettatori scrivono le loro rimostranze su cosa non hanno apprezzato dei telegiornali della BBC e i responsabili della redazione sono chiamati a risponderne, spiegare le loro ragioni ed eventualmente scusarsi (poi di quanto gli inglesi si scusino tanto per il gusto di fare ne parliamo un'altra volta).
Mi piace perché mi da l'idea di un'informazione comunque più limpida rispetto alla melma a cui non sono mai riuscita ad abituarmi in Italia. E poi il presentatore è bravissimo a leggere le lettere con un certo pathos e rimanere non conciliante nei confronti della persona chiamata a rispondere.

Già pregusto la trasmissione della prossima settimana, quando la copertura della visita papale verrà fatta a fettine sotto il microscopio degli spettatori. E nel frattempo mi cullo nell'utopia di avere qualcosa come, non dico la BBC, ma almeno NewsWatch!
Vorrei un NewsWatch in Rai, per poter prendere chi ha messo insieme, approvato, trasmesso questo servizio:



Voglio un Newswatch alla Torquemada, ecco, perché certi figuri spieghino come sia possibile, al giorno d'oggi mandare in onda simili articoli. Quale sarà il prossimo servizio? La presentazione del documentario "Cicogne: la risposta alla crisi demografica"?

Quando ho letto il post che ne parlava sul blog di Matteo Bordone, non riuscivo a crederci. Ho dovuto vedere il video due volte, perché la prima volta ho chiuso la pagina infastidita. Quando l'ho rivisto, ho fatto appello a tutta la mia pazienza per non staccare direttamente la corrente.

Avrei voluto scrivere questo post qualche ora, ma ho perso tempo a riattaccarmi le braccia, cadute miseramente al suolo.
D'altronde che posso dire? Come rispondere o argomentare le proprie idee quando a sentire parlare il cardinale Martino o Rosa Giannetta Alberoni, si ha la prova che l'evoluzione entra in una spirale involutiva senza fine!?!?

Beh, attenti al gorilla!

No comments:

Post a Comment