Monday, 18 October 2010

Opening time is Guinness time...

Beth la scorsa settimana ha suggerito un limite al consumo di dolci in ufficio: probabilmente in overdose da gianduiotti, ha proposto di riempire il tavolino rotondo fra la sua scrivania e quella di An-li di frutta.
In linea di principio mi sono detta d'accordo con lei.
In linea di principio.
Ma...
Però...
Solo che...
Insomma...


Non è colpa mia!
E' che dovevo provare il forno di Enric.
In più ho letto questo post di Sigrid e mi sono ricordata che quella ricetta, trovata proprio su unforum, giaceva abbandonata e impolverata nella cartella gnam!
Ritrovare la ricetta non è stato un gioco da ragazzi: ci ho messo quell'oretta buona, ma alla fine è riemersa fra i vari file. L'avevo salvata su un file di testo, chiamato "ciocco_tor2", insieme ad altre 3 torte al cioccolato. Mi sono detta che dovevo assolutamente riordinare la cartella delle ricette prima di fare qualsiasi altro esperimento in cucina, ma poi, dovendo scegliere fra fare una torta e fare pulizia nella cartella, non ci vuole molto a capire cosa possa aver scelto.


Infatti ieri sera, dopo il barbeque da Mikel (probabilmente l'ultimo dell'anno, se ne riparla a maggio), sono tornata a casa con una bottiglia da 500 ml di Guinness, zucchero, uova e burro in quantità tali da causare un blocco alle coronarie e mi sono messa all'opera.


Ho seguito la ricetta quasi alla lettera, quindi ecco la mia versione modificata:


Ingredienti:
420 ml Guinness
350 gr zucchero di canna
225 gr farina 

25 gr amido di mais
225 gr burro ammorbidito
4 uova
125 gr cacao amaro
2 cucchiaini bicarbonato
1 cucchiaino lievito per dolci 

(niente copertura al whisky, visto che è una torta pendolare e non mi andava di rischiare sul diretto per Farnborough)

In una ciotola setacciare la farina con la fecola, il lievito e il bicarbonato e, in un’altra ciotola, mescolare la birra con il cacao. 
Bere ciò che resta nella bottiglia di Guinness e ricordarsi di riciclare la bottiglia nei vetri.

Montare il burro morbido con lo zucchero e unire le uova una alla volta.  Continuare a mescolare e aggiungere, alternandoli, la farina e la birra al cacao, fino a ottenere un’impasto omogeneo e non troppo compatto. 

Versare in una tortiera e infornare a 180° per un'oretta circa, o fino a quando la torta sarà cotta (facendo la prova dello stecchino). 

Visto che la mia tortiera più grande è una quadrata da 24 cm, mi è avanzato dell'impasto e visto che sprecare è peccato, l'ho messo in uno stampo da 12 tartellette che ho fatto cuocere per circa trenta minuti.

Ne sono usciti dei mini pasticcini, che sono rimasti a casa, per la colazione o per i momenti di astinenza da cioccolato. O da Guinness.

guinness time

1 comment: