Sunday, 14 November 2010

Adoro i piani ben riusciti

Il piano geniale che avevo così ingegnosamente architettato era diabolico nella sua semplicità di esecuzione: prima del trasloco (l'ennesimo, mi verrebbe da aggiungere, ma sappiamo fin troppo bene che se non cambio tre case in meno di sei mesi non vale come trasloco secondo i miei canoni) non compro nessun libro in modo da non aumentare ulteriormente il peso delle cose da portare da Clapham a Vauxhall. E non è che viaggi leggera! Come sia riuscita ad accumulare così tanto in meno di 6 mesi rimane un mistero che non voglio nemmeno tentare di risolvere.

Il piano geniale è andato ampiamente a farsi benedire quando oggi pomeriggio sono passata davanti a Watersone's e mi sono accorta che c'era un offerta, tre libri al prezzo di due, su tutta la narrativa. Che faccio?
Entro? Non entro? 
Tiro dritto e non entro, ecco...
Anche se, in effetti, potrei entrare e guardare innocuamente che titoli ci sono.
Magari c'è qualcosa di nuovo.
Ecco, piuttosto entro, guardo, ma non compro. No-no-no-non-compro. Mi limito a guardare e segnarmi dei titoli per il futuro.
Ho limitato i danni evitando di scegliere i tomi più pesanti e limitandomi a tre libri...
Ora dovrò cercare di stare alla larga da qualsiasi libreria. Facile, giusto!?!?

revolutionary writing

No comments:

Post a Comment