Wednesday, 3 November 2010

sarei dovuta restare in vacanza

Il bello di una qualsiasi vacanza è che per un po' posso dimenticare tutto. Cado in questa finta rassicurazione che tutto è fermo, nulla di brutto sta capitando nel mondo.
Io sono in giro e il mondo è in catalessi.


Invece non funziona così.
Torno e scopro che tutto si è mosso.
Me lo dimostrano le mail degli amici, il lavoro che si è accumulato, la pila di vestiti da lavare.
Me lo prova il vinile degli Swell Season che ho trovato ad aspettarmi stamattina sulla scrivania.


Nel caso ci fosse ancora qualche dubbio, basta una rapida lettura ai giornali per capire che non avrei dovuto leggerli e scegliere di continuare a vivere nella beata ignoranza del vacanziero medio, piuttosto che nella complice ignoranza dell'italiota medio.


"Amare le donne" è una bellissima riflessione di Lidia Ravera: potete leggerla qua.

No comments:

Post a Comment