Thursday, 24 February 2011

porte aperte

Mondrian Tube


Ieri sera ci ho messo una proverbiale vita a tornare a casa.
Come al solito prendo la Victoria a Oxford Circus e come al solito il conducente annuncia che rimarremo fermi circa un minuto, per via di un treno davanti a noi fermo alla stazione successiva.
Poco male: ho trovato posto a sedere e ho un buon libro da leggere, posso aspettare un minuto. Solo che il minuto passa e si trasforma in due minuti, poi tre minuti.Il treno parte, si ferma, riparte, arriva a Green Park, rimane fermo altri cinque minuti, poi riparte, poi ci ripensa e si ferma... questo balletto di partenze e frenate si ripete per tutto il viaggio e a ogni stop il conducente balbetta qualche cosa su un problema a Brixton.

Signal failure, train issue, apologise, inconvenience, we'll be on our way shortly, stand clear of the closing doors... ormai ho sviluppato un certo filtro contro gli annunci della metro e non ci faccio più caso.

Poi oggi, leggendo le notizie di Londra della BBC ho scoperto la
reale causa del ritardo: a uno dei treni della linea si sono aperte le porte mentre era ancora in movimento. 

Piccolo appunto mentale: Virgi, non appoggiarti più alle porte della metro...

1 comment:

  1. Era molto divertente leggere questa storia, ma...grrrrr!

    ReplyDelete