Friday, 8 April 2011

Per me stessa...

Vorrei trovare le parole giuste, ma credo che siano già tutte qua: http://metilparaben.blogspot.com/2011/04/per-te-stessa-e-per-tutte-le-altre.html

3 comments:

  1. Sono d'accorda. Nessuno ha bisogno di esser colpito con una pietra!

    ReplyDelete
  2. Il problema è una fondamentale mancanza di educazione e rispetto verso le donne. In questi mesi con il caso Ruby (il bunga bunga) se ne sono sentite di tutti i colori, compresi genitori e fratelli di ragazze poco più che ventenni che speravano quasi la figlia fosse coinvolta, come dire, meglio quello che lavorare ed essere considerata alla pari. In più non c'è certezza di pena. Gli imputati per questi crimini trovano sempre attenuati: "è un ragazzo problematico", "era in un momento di crisi", "lei era vestita come una prostituta, quindi...".
    Pochi giorni fa a Torino l'ex amante di una barista l'ha aspettata all'uscita del lavoro e le ha sparato 8 colpi perché secondo lui era colpa sua se aveva perso il lavoro.
    E la cosa più triste è che ormai questi fatti sono considerati quasi "normali", sono delle non-notizie che spesso scompaiono fra le pagine di cronaca.
    E' scoraggiante e preoccupante, perché non fa sperare in nessun futuro migliore per le donne di domani: penso alle mie nipoti (quella che c'è già e quella in arrivo) e spero che non incontrino mai sulla loro strada gente simile.

    ReplyDelete
  3. Qui in Mississippi (un stato con troppo di poveri senza educazione) un altro problema e': le ragazze non SI risptettano! Hanno troppi bambini ad un'eta' troppo giovane, lasciano la scuola senza essere sposate...

    ReplyDelete