Friday, 30 December 2011

Afternoon at the museum

Ieri pomeriggio ho infagottato Sara come un cotechino pronto a incontrare il suo destino la sera di Capodanno.
Invece che la cottura e lo spadellamento con le lenticchie, però, il destino di Sara prevedeva viaggio sul 15,
"posso timbrare io? cosa vuol dire 'lato convalida'?"

spiegazione dei nomi delle fermate,
"Abruzzi? Ma non ce n'era uno solo? Chi ha il doppione?"

e dei luoghi storici,
"Ma io so cos'è Palazzo Madam! Io l'ho già visto con la scuola. Ci hanno portato con il 15, ma non sono sicura era questo stesso 15 e poi abbiamo mangiato per seconda colazione le patatine al pomodoro che erano buonissime!"
 
e di personaggi letterari,
"Ah, come gli hobbit!"
"Cosa sono gli hobbit?"

Sopravvissuta al viaggio (io, non Sara), siamo andate al museo di scienze naturali.
Oltre alla collezione permanente, ci siamo trattate bene e ci siamo viste pure le mostre di contorno
Dopo aver spiegato il perché e percome dei primi Apple, "ma davvero quella cosa là era un computer? e dove sono le porte uessebì???", abbiamo proseguito con le fotografie di Doisneau e poi ci siamo dati alla tassodermia e agli scheletri.

Sara ha fatto domande su praticamente tutto: perché si è estinto il leone berbero? Perché le testuggini mangiano così piano e vivono così a lungo? Ma quanto è grande il più grande elefante sulla terra? Come fa l'alce a stare in piedi con quelle corna così grosse? E la balenottera ha le ossa nella coda? Cos'è la tassodermia? Come li impagliano? Come stanno in piedi? Come mai ci sono così tanti tipi di papere?

Una mitraglietta umana che ha continuato anche dopo quando siamo andate a prenderci una cioccolata calda. 
"Ma zia, allora qual è l'animale più pericoloso della terra?"
"Mmmh, probabilmente noi, amore"
"Ma io sono buona! E anche Davide è bravo, anche se ogni tanto facciamo arrabbiare mamma. Peròse mamma si arrabbia allora sì che diventa pericolosa, ma è davvero più pericolosa dell'elefante Fritz che è impazzito?"
"Beh, tua mamma quando si arrabbia in effetti fa paura, ma non è pericolosa. Intendevo dire che l'uomo è l'essere più pericoloso, perché fa guerre, inquina, uccide i suoi consimili e fa estinguere il leone berbero. Il singolo essere umano di per sè non è pericoloso, ma l'umanità nel suo complesso, la gente lo sono. Hai mai visto il leone berbero andare in giro con un kalashnikov a far estinguere gli uomini?"
"In effetti no, zia. Però zia, cos'è un calascinicoff?"
"Mangia la cioccolata, amore"
"Va bene. Non c'è il calascinicoff dentro vero?"

1 comment:

  1. scusa zia non sapevo come altro contattarti... pero' ho trovato un blog sul knitting di un tizio scrittore qi ad Amsterdam:
    http://andyinamsterdamknits.blogspot.com/

    e ho pensato a te!
    buona lettura!

    ReplyDelete