Sunday, 8 January 2012

Coraggio



I minuti, i giorni hanno accelerato in maniera esponenziale dopo il Capodanno.
Così, oggi pomeriggio, ho riaperto la valigia, riempito la valigia, chiuso la valigia, pesato la valigia.
Ho fatto il check-in online. Ho controllato di avere documenti e chiavi di casa.
Poi mi sono seduta sul letto e ho lasciato che l'angoscia, la tristezza e la depressione facessero il loro sporco compito.
Come al solito, il rientro è duro. Non ho nessuna voglia di tornare in Olanda.
Oh sì, c'è la crisi, i musi sono lunghi, il futuro è un buco nero qua in Italia.

Ma cosa trovo ad Haarlem? Il lavoro, quello sì c'è e paga abbastanza per permettermi di far fronte allo stratosferico affitto che pago. Poi? Le amicizie? La famiglia? I nipoti? L'atmosfera di Torino? La bellezza di Torino? No. No. No. No.No.

Ancora una volta mi ritrovo sbilanciata, triste, avvilita. E arrabbiata, perché le solite domande sull'emigrare, sul tornare, sul resistere si fanno pressanti ma, come al solito, non trovano risposte.

Mi auguro di trovarle, queste risposte, quest'anno. Per ora controllo di nuovo se ho il passaporto, leggo un po' del libro di Gram & Fruttero e penso al prossimo rientro.
Coraggio, Virgi, Coraggio.


2 comments:

  1. Coraggio Virgi!!!
    Anche l´Olanda ha qualcosa da offrire... l´ambiente multiculturale, la mentalita´ aperta, i servizi efficienti...

    Ti auguro di conoscere persone interessanti e sentirti un po´ piu´ ¨a casa¨ qui.

    Ciao!

    ReplyDelete
  2. Coraggio.
    Ammiro la tua scelta di andare via dall'Italia. Qui purtroppo opportunità per i giovani non ce ne sono. Siamo tutti in balia di una classe politica dirigente di sanguisughe che pensano solo al loro tornaconto... :(
    Sinceramente, da mesi, la voglia di cercar fortuna altrove è venuta pure a me e continuo a ripetermi che dovrei decidermi a tradurre il mio CV e iniziare a inviarlo un po' in giro.
    Irma

    ReplyDelete