Sunday, 3 June 2012

Carosello

Nelle ultime due settimane, uscivo dal lavoro stanchissima e la prima cosa che facevo, una volta rientrata in albergo, era crollare per dieci minuti buoni sul letto.
Dopo una giornata di lavoro intensa mi sentivo cotta e con il cervello decisamente in pappa.

Qual è allora l'unica occupazione che un cervello bollito è in grado di fare in momenti simili? Semplice! Guardare la TV.
Soprattutto la pubblicità.

Molti spot sono pubblicità comparative, il che vuol dire che ti dicono i nomi e cognomi dei concorrenti a cui sputano in testa: "noi non siamo mica come quegli altri puzzino che vi vendono i letti facendovi solo sdraiare sopra il materasso, no! Noi vi prendiamo le misure!"

La mia preferita è probabilmente quella del sito di incontri online cristiani: non sia mai ritrovarsi a uscire una sera, non solo con un perfetto sconosciuto che ha fornito informazioni non completamente corrispondenti al vero sulla loro pagina del profilo, ma addirittura con un perfetto sconosciuto non cristiano! No, no, ecco che la pubblicità arriva ad aiutarti e ti propone il sito perfetto per trovare l'anima gemella con cui condividere gli stessi valori cristiani (amen).

Poi ci sono le pubblicità dei farmaci: di solito durano due minuti buoni più delle altre pubblicità perché alla fine ti recitano tutti i possibili effetti collaterali e indesiderati.
"Compra la nostra pillolina blu! Siamo meglio del Viagra e abbiamo risultati migliori... ma se i risultati migliori proseguono oltre le quattro ore, è consigliabile consultare un medico".
"Una medicina contro la pressione alta come la nostra non esiste. Siamo il 35% più efficaci del nostro più diretto concorrente! Attenzione: l'assunzione della nostra medicina può causare effetti indesiderati, primo fra tutti la morte".


Fra uno spot e l'altro non so cosa ci fosse, perché il più delle volte mi addormentavo, ma ho visto una pubblicità per un film con quelli di Jersey Shore e degli squali: peccato perderselo. 

No comments:

Post a Comment