Monday, 15 October 2012

la compraoro

Ho trovato il bigliettino nella buca delle lettere dei miei, insieme alle bollette, alle offerte dei supermarket e le pubblicità degli svuota-cantine.

Un foglietto giallo, scritto fitto fitto e senza immagini. Annunciava l'apertura di un nuovo negozio in zona: ora che la fioraia si è trasferita sull'altro lato della strada, il suo negozio è passato a Marinella, una compraoro.

(Apro parentesi.
 Marinella, la compraoro. "La compraoro": è un bel nome, mi ha fatto venire voglia di rileggere "La prosivendola" di Pennac. 
Chiudo parentesi.)

Insieme a quelli che vendono quelle strane sigarette a vapore per smettere di fumare, i compra-oro sembrano fra i pochi a prosperare davvero negli ultimi mesi.
Non credo si possano però chiamare semplicemente compra-oro, sembra si stiano trasformando in veri e propri banchi dei pegni.
In quello vicino a casa  mia, vari oggetti fanno mostra di sé in vetrina: due giacche di pelle, un paio di Jimmy Choo, una chitarra, oltre a gioielli vari ed eventuali.

E' il segno di molte cose, suppongo. Della crisi ma anche del nostro attaccamento agli oggetti. Probabilmente quelle scarpe sono andate a finanziare qualche altra spesa dello stesso tipo, un circolo vizioso come quello delle carte di credito dei negozi nel Regno Unito.
Non ho né il tempo né la voglia di fare falsi moralismi, non è un decadimento della società (che  ha ben altri problemi al momento). Per di più, in questa società consumistica io sono coinvolta fin oltre la punta dei capelli: mi ha dato da vivere negli ultimi otto anni, chi sono io per rinnegarla?

Il volantino però mi ha lasciato uno strano senso di inquietudine addosso e ancora non sono riuscita a superarlo, dopo più di una settimana di tempo.
Forse cose così ci sono sempre state ma io non ci ho mai prestato attenzione, sono famosa per la mia incapacità di notare tutto ciò che sta sotto il naso.
Fatto sta che, fra i tanti oggetti che il volantino suggeriva di portare a vendere, ce n'era uno che ha catturato la mia attenzione.


A parte i dubbi sulla roba rotta e le monete d'oro, ma insomma, dico io!
Capsule per i denti?!?
Capsule per i denti che non indosso?!?!
Capsule per i denti che non indosso e che tengo in un cassetto a casa?!?!?
E chi non ne ha almeno un paio, in un cassetto della cucina?

No comments:

Post a Comment