Tuesday, 12 March 2013

In viaggio

Dopo l'enorme successo interplanetario del mio ultimo best-seller immaginario, a breve non pubblicherò l'atteso non-seguito: si tratta di "The unbearable heaviness of floss", la mia autobiografia distorta e scritta da un scribacchino fantasma, la versione ridimensionata per via della crisi economica mondiale dei famosi "ghostwriter".

So che non me l'avete chiesto, ma eccovene comunque l'incipit:
It could have been a dark and stormy night.
But it wasn't.
It was a foggy, sleepless night.
Fear of not hearing the alarm clocks scattered around the bedroom kept her awake.

Staring into the darkness of the silent bedroom, one single question seemed to have expanded to the point of filling her whole brain up: "Did I pack toothbrush and toothpaste???"
 

Per finalizzare gli ultimi dettagli ed evitare di pagare lo scribacchino, sarò in cerca di ispirazione in quel di Cupertino, CA per le prossime due settimane. 
Il blog singhiozzerà ancora più del solito...

No comments:

Post a Comment