Wednesday, 18 December 2013

santo merchandising

Io non sono mai stata una grande fan della chiesa cattolica, non è un segreto. Come cittadina italiana, ho sempre trovato fastidiose le ingerenze e imposizioni esercitate dalla chiesa nella vita di tutti i giorni, dall'ora di religione a scuola allo spazio dato dai media a ogni dichiarazione di un qualsiasi prete, passando per l'otto per mille.

Una delle cose legate alla Chiesa che più mi danno sui nervi in questi giorni è il nuovo spot in circolazione sulle TV italiane. Solite immagini per suscitare commozione e sensi di colpa, ma di quelli leggeri che si lavano via con una donazione ai preti. 
Ed è lì che mi scatta l'attacco isterico, quando la voce melliflua informa gli spettatori che "per uno che sbaglia, ce ne sono migliaia che dedicano tutta la vita alla loro missione". E a me viene da aggiungere la postilla: "e ce ne sono ancora di più che l'hanno coperto, quello che ha sbagliato, con un velo di pesante silenzio e omertà".

Ma voglio essere buona (è pure sempre Natale, no?) e pensare che non questa parte non è stata tagliata con malizia, ma per ristrettezze economiche: insomma, i tempi sono quelli che sono, pure la chiesa deve tirare la cinghia, risparmiare qua e là e racimolare grana dove può.
A quanto pare devono essere proprio male se tutte le scuse sono buone per fare cassa: sembra che il modo migliore sia capitalizzare il ritorno d'immagine del nuovo Papa.
Ok, dopo Ratzinger anche un pezzo di legno può passare per un Papa moderno, ma bisogna ammettere che con papa Francesco la Chiesa ha "svoltato".

E quindi vai di merchandising selvaggio!


Papa Francesco raccontato ai bambini! 64 pagine tutte a fumetti e pure delle figurine adesive, alla modica cifra di 2,99€.

Non ho invece controllato quanto costasse il calendario 2014 di Papa Francesco:


Prego notare l'eleganza del negozio che ha piazzato il nostro eroe, accanto a un delizioso calendario di porcellini teneri e rosa.
Per ora ho visto solo questo, però, ogni volta che vado al supermercato, butto un occhio agli scaffali vicino alle casse per vedere se hanno messo in vendita gli ovetti sorpresi del Papa: ormai Francesco è l'unico che può contrastare il demonio in rosa.

No comments:

Post a Comment